7 Agosto, Niscemi. Si torna in piazza contro il Muos

7 Agosto, Niscemi. Si torna in piazza contro il Muos
A Niscemi si torna in piazza contro il Muos. L’appuntamento è per domani, 7 agosto, al presidio No Muos di contrada Ulmo. La giornata si articolerà in diversi momenti: si parte alle 10 con un seminario di autoformazione dal titolo «La Sicilia fa la guerra» ; a seguire, alle 16, corteo con partenza dal presidio No Muos. Al termine un’assemblea generale davanti al Cancello 1.

 

Pubblichiamo di seguito l’appello alla mobilitazione del movimento No Muos

 

Secondo anno di pandemia; di nuovo in piazza contro il Muos

Non è andato tutto bene come ci ripetevano in continuazione le istituzioni durante il primo lockdown. Le condizioni di vita delle classi popolari nella nostra isola hanno subito un netto peggioramento a seguito di una crisi sanitaria, economica e sociale gestita nel totale interesse dei padroni. Il Governo Draghi ha già avviato un attacco serrato a milioni di lavoratori e lavoratrici. Operai in sciopero bastonati da guardie private, sindacalisti ammazzati, sblocco degli sfratti e dei licenziamenti: è questa la ricetta che i padroni italiani mettono in campo per favorire la loro ripartenza.

 

Lo Stato italiano investe sulla guerra mentre la sanità è al collasso

Parallelamente, per garantire posizioni di favore ai padroni italiani nella competizione internazionale, il settore della guerra non ha subito alcun tipo di ridimensionamento. Anzi nel 2020 l’Italia ha aumentato i suoi interventi militari all’estero, lasciando intatta la spropositata cifra di 70 milioni al giorno per le spese militari. Non ci stiamo! I lavoratori, i disoccupati, i precari siciliani hanno bisogno di un lavoro stabile e garantito e di tutti quei servizi che gli consentano di vivere una vita agiata, non militari, basi e guerre.

 

Per una Sicilia libera dalla guerra, torniamo in piazza

Per questo motivo il 7 agosto torneremo in base a manifestare contro le guerre imperialiste che massacrano i popoli, contro le spese militari che affamano il nostro popolo e per la smilitarizzazione della Sicilia e lo smantellamento del MUOS. Non ci sarà futuro fino a quando la nostra terra sarà destinata a fungere da base militare per le guerre americane e imperialiste.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.