Lentini: in centinaia al corteo contro la violenza sulle donne

Lentini: in centinaia al corteo contro la violenza sulle donne
Sabato 27 novembre alle 17:00 il corteo contro la violenza sulle donne, organizzato dal ri-nato Coordinamento delle Donne di Lentini, ha sfilato lungo le vie del centro fino a piazza Duomo.

Il corteo, partecipato da circa 200 persone e da molte associazioni locali, è la prima iniziativa pubblica del Coordinamento delle Donne di Lentini, gruppo presente negli anni ’80 in città che si è recentemente riformato. La manifestazione è partita alle 17.00  dall’incrocio di via Vittorio Emanuele lll con via Termini, ha percorso le strade del centro del comune in provincia di Siracusa, fino ad arrivare al Duomo.
 

Il programma del Coordinamento 

Alla fine del corteo le donne hanno presentato il loro programma con la richiesta di aprire da subito un confronto permanente con le istituzioni cittadine: 

  • vogliamo condurre un’indagine sulle strutture, gli strumenti, le procedure che esistono a livello locale per contrastare il fenomeno della violenza di genere e verificare il loro funzionamento;
  • vogliamo collaborare con le scuole e con tutte le diverse agenzie formative esistenti nel territorio per attuare un programma educativo sulla parità di genere che coinvolga i giovani fin dalla più tenera età;
  • vogliamo affrontare insieme alle istituzioni preposte il rapporto donne-salute e quindi lavorare sul consultorio, sul servizio ospedaliero, sulla medicina di base, sulla prevenzione ecc.
  • vogliamo riuscire a raggiungere tutte le donne e quindi ci proponiamo di rapportarci con i vari quartieri per conoscere le varie esigenze e far emergere tutti i problemi collegati al vissuto quotidiano che, come sappiamo, gravano soprattutto sulle spalle delle donne;
  • pensiamo che sia necessario prevedere forme di partecipazione delle associazioni femminili alla gestione della cosa pubblica e realizzare istituti di partecipazione che, pur essendo già previsti nel nostro Statuto comunale, finora sono stati poco attuati. In particolare vorremmo che si istituisse una Consulta delle donne e si arrivasse a redigere un Bilancio di genere, esperienza che già molti comuni , in tutta Italia, stanno portando avanti.

«Pensiamo che la violenza sulle donne sia un fenomeno strutturale della nostra società e per questo motivo per incidere bisogna strutturarsi – afferma Maria del Coordinamento. Questa è una delle esigenze dalle quali nasce il Coordinamento delle donne»

«Il Coordinamento – prosegue Metis – intende dividersi in gruppi di lavoro. ci occuperemo di Educazione, Violenza, Salute e Ambiente con l’intento di costruire un percorso di lotta contro tutte le forme di violenza e prevaricazione che vorrebbero imprigionare le donne in ruoli di subordinazione. Sappiamo di essere forti insieme, questo è solo l’inizio».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.