Comuni e autogoverno: esperienze internazionali a confronto

Comuni e autogoverno: esperienze internazionali a confronto

🔴 COMUNI E AUTOGOVERNO: ESPERIENZE INTERNAZIONALI A CONFRONTO
La pandemia da Covid-19 ha accelerato la ridefinizione complessiva degli assetti politici ed economici degli Stati-Nazione. Una ridefinizione caratterizzata da nuove spinte di centralizzazione della decisione, per la difesa del paradigma sviluppista legato alle percentuali di PIL.
Mentre i territori continuano a essere al centro delle politiche estrattiviste che mercificano e inquinano acqua, terra e aria, si assiste a una riduzione sistematica dei trasferimenti Stato-Enti locali, aggravando la già complessa gestione dei servizi più basilari dei comuni.
All’interno di questo contesto, l’autogoverno delle comunità territoriali promesso dalle costituzioni, è diventato ormai uno slogan vuoto, privo di riscontro nella realtà. Ed è forse questo uno dei motivi per cui ovunque nel mondo continuano a nascere movimenti per la riconquista della decisionalità, per reinventare modelli di sviluppo calibrati sui bisogni delle comunità.

 

Che fare, quindi? Come riappropriarsi del potere di decidere sui nostri territori? Quali forme di lotta e obiettivi praticare per realizzare l’autogoverno dei territori?

 

Intervengono:
• Jaume Casals, ex sindaco di Navàs (Catalogna) della CUP
• Aitor Lopez, consigliere della provincia di Bizkaia e ex Presidente della • Mancomunidad de Durango (2015-2019) di EHBildu
• Maria Adagio, Antudo Lentini e candidata per la lista civica “Terra”

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *