Rispetto della vita nelle carceri. Uno striscione al Pagliarelli

Rispetto della vita nelle carceri. Uno striscione al Pagliarelli
Antudo: «Garantire distanziamento e rispetto della vita nelle carceri». Uno striscione davanti il Pagliarelli

È di ieri la notizia del focolaio all’interno del carcere Pagliarelli di Palermo. Sono attualmente 31 i detenuti risultati positivi al Covid-19. Questa mattina davanti la casa circondariale è apparso uno striscione con su scritto: «garantire distanziamento e rispetto della vita nelle carceri».

 

Amnistia e indulto nelle carceri

L’esplosione di un focolaio all’interno delle carceri era un fatto ampiamente prevedibile ed era stato oggetto di dure proteste da parte dei detenuti nei mesi precedenti. È soprattutto il sovraffollamento e la scarsa igiene a non consentire misure di prevenzione adottate all’esterno come il distanziamento sociale.

«Nonostante fosse prevedibile la diffusione incontrollata del Covid-19 all’interno delle carceri, non si è fatto il necessario per scongiurare questa eventualità» – attacca Giovanni Siragusa di Antudo – «Anche ai detenuti va garantito il diritto alla vita e alla salute. Per questo e per tanti altri motivi bisogna emettere subito provvedimenti straordinari come «l’amnistia e l’indulto».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.