Open post

La Sicilia brucia di burocrazia

Nonostante ormai la procedura sembra essersi sbloccata, anche in questa situazione, a causa della scarsa tempestività nell’organizzazione delle operazioni di prevenzione e della lentezza della burocrazia, ci si è ritrovati di fronte ad una cattiva amministrazione del denaro pubblico. É stato impiegato per un servizio risultato tardivo, assente nel momento di massimo bisogno. Leggi tutto

Leggi TuttoMore Tag
Open post

Vespro 1282-2019.

Lo Stato italiano non si limita a devastare e saccheggiare il territorio siciliano, rendendolo territorio di sole trivelle, basi militari e discariche; non soltanto continua a calpestare i diritti dello Statuto Autonomo siciliano, conquistati con le lotte degli indipendentisti del dopoguerra; ma in questi giorni si prepara anche, con il “regionalismo differenziato”, a svendere il Mezzogiorno tutto per le regioni del Nord Leggi tutto

Leggi TuttoMore Tag
Open post

Una festa del Vespro contro il popolo del Vespro

La particolarità del VI centenario del Vespro, nel 1882, sta nel fatto che esso cadeva alcuni anni dopo l’Unità d’Italia e, soprattutto, poco dopo la rivoluzione del Sette e Mezzo, domata nel sangue dalle baionette e dai cannoni dell’ ‘italianissimo’ generale Cadorna. Di tutt’altro avviso furono i politici e gli intellettuali repubblicani, che non intendevano assistere in silenzio alla deformazione di una memoria storica così pregnante. La loro avversità alla riscrittura risorgimentale della rivoluzione siciliana li indusse a disertare i festeggiamenti e a manifestare per iscritto il loro energico dissenso Leggi tutto

Leggi TuttoMore Tag
Open post
vespri siciliani

NUN LU SINTITI LU VESPIRU CA SONA?

Tante e discordanti sono le letture che nel corso del tempo gli storici hanno suggerito del Vespro siciliano, l’episodio di certo più grandioso della storia siciliana. Le diverse interpretazioni ruotano prevalentemente attorno a due poli: da un lato, il Vespro viene presentato come rivoluzione popolare, dall’altro, sottostimato in quanto rivolta istigata dai baroni e dal loro leader Giovanni da Procida. Per orientarci tra l’una e l’altra interpretazione, è necessario analizzare brevemente il contesto nel quale il Vespro è divampato Leggi tutto

Leggi TuttoMore Tag
Open post
togliatti

Il “compagno Togliatti”, e noi

Il 3 settembre 1944 esce su «l’Unità», giornale del Partito comunista, un articolo a firma di Palmiro Togliatti, che ne è il segretario, dal titolo: Il popolo siciliano ha sete di libertà e fame di terra.
L’Italia è in piena guerra civile: il Nord è occupato dai tedeschi e amministrato odiosamente dalla Repubblica fascista di Salò contro cui combatte la Resistenza; nel Sud, a luglio dell’anno precedente, c’è stato lo sbarco delle truppe degli Alleati anglo-americani che sono avanzate molto lentamente – solo ora sono arrivate a Roma – e in Sicilia, che tutti considerano strategica per qualsiasi assetto geopolitico futuro, hanno preso in mano le redini dell’amministrazione, combinando pasticci e impicci Leggi tutto

Leggi TuttoMore Tag